Perché lo sviluppo del personale è cruciale per trattenere i talenti nell'ambito del Procurement - Analisi | Efficio IT

Analisi

Perché lo sviluppo del personale è cruciale per trattenere i talenti nell'ambito del Procurement

Riuscire ad attirare professionisti con un elevato potenziale è solo un primo passo, poi bisogna provvedere al loro sviluppo professionale e fare in modo che non se ne vadano.

Gli esperti di approvvigionamenti cercano un lavoro stimolante, gratificante e che offra opportunità di sviluppo. In mancanza di questi elementi rischia di verificarsi una fuga di cervelli dall'organizzazione; per porvi rimedio potrebbero essere necessarie cospicue risorse e la produttività potrebbe calare temporaneamente.

Rendere i ruoli dei propri collaboratori stimolanti e interessanti e, al contempo, offrire loro la possibilità di acquisire una vasta esperienza operando in tutto il portafoglio aziendale può rappresentare un fattore determinante per trattenere i talenti a lungo termine.

Non si può prescindere da obiettivi realistici ma flessibili. I migliori professionisti amano le sfide, ma vogliono anche avere successo, quindi è fondamentale trovare il giusto mezzo.

Ampliamento delle competenze

Diageo è profondamente convinta che la diversità delle persone possa stimolare un modo di ragionare più acuto, dice il CPO di Diageo Thibaut Eissautier*. “Il cardine di questo processo è rappresentato dall'apprendimento che si genera trasferendo le persone tra diverse categorie, diversi Paesi e diverse funzioni. Certo, esiste una naturale curva di apprendimento, ma nella maggior parte dei casi le persone sono in grado di apportare nuove prospettive e idee originali”.

Eissautier è fautore di un approccio che vede la gestione della carriera professionale come una “palestra”: bisogna incoraggiare le persone a sviluppare una vasta gamma di competenze, conoscenze e network in azienda e a cogliere le opportunità di ricoprire altri ruoli per acquisire esperienza invece che puntare solamente a una promozione lineare.

Diageo organizza anche una gara annuale di alto profilo durante la quale vengono conferiti riconoscimenti per i successi ottenuti nell'ambito del Procurement, per rendere merito alle idee e ai traguardi raggiunti da questa funzione. L'anno scorso c'erano più di 170 concorrenti in gara e la premiazione è stata trasmessa in diretta per tutto il personale in 180 Paesi, creando grande interesse e ispirando i dipendenti a tutti i livelli.

Noi esportiamo talenti ed è meraviglioso essere conosciuti per questo.

Laura Faulkner,, Direttrice dei Supply Chain Services di RBS

RBS tiene molto a ispirare i propri dipendenti, dice Laura Faulkner, direttrice dei Supply Chain Services (SCS) di RBS, una delle principali banche retail nel Regno Unito e in Irlanda.

“Abbiamo sempre avuto molto a cuore lo sviluppo del nostro personale e credo che questa sia una delle ragioni per cui spesso riusciamo a trattenere i nostri talenti. Ad esempio l'intero team manageriale è molto coinvolto in un programma trasversale chiamato Divisional Graduate Programme, che permette alle nuove reclute di trascorrere un periodo di tempo in due o tre dipartimenti diversi”.

“Siamo molto fortunati perché le persone che cominciano a lavorare nel dipartimento SCS spesso chiedono di poter tornare da noi anche durante la fase finale del programma e questo li mette in una posizione vantaggiosa per ottenere un posto permanente nella nostra funzione”, aggiunge Faulkner.

“È anche capitato che alcuni nostri collaboratori ci abbiano lasciato per andare a ricoprire ruoli ai livelli più alti di RBS. Noi esportiamo talenti ed è meraviglioso essere conosciuti per questo. In generale credo che la funzione SCS dovrebbe essere conosciuta perché permette di acquisire ottime basi a livello di business management e di consapevolezza commerciale; è un ottimo trampolino di lancio per cominciare la propria carriera”.

Incubatore di talenti

Il team di Procurement di ARYZTA, il gruppo globale di prodotti da forno e servizi alimentari, è meno maturo rispetto a quelli di Diageo e RBS. Anche questo team, però, ama presentarsi come un “incubatore ed esportatore di talento”, una fonte di professionisti con un'impostazione commerciale che prosperano in situazioni di cambiamento e che possono apportare un valore aggiunto a molte altre funzioni aziendali.

Visto che il team è di recente costituzione, trattenere e sviluppare i lavoratori di maggior talento è una priorità per Jennifer Kirkwood, responsabile delle capacità del Procurement globale di ARYZTA. 

È essenziale misurare gli stili di comportamento e fornire un feedback regolare su come i dipendenti interagiscono con il team, oltre che sulla loro capacità di interfacciarsi con gli stakeholder.

Stabilire una strategia

Inoltre, è importante coinvolgere i dipendenti quando si definiscono la vision e la strategia della funzione. Infatti se i dipendenti possono contribuire a definire la direzione intrapresa dall'organizzazione, hanno la sensazione che il loro contributo sia più apprezzato.

Una grande enfasi viene posta anche sulla comunicazione aperta. Uno dei metodi più efficaci per instillare il senso di responsabilità consiste nel comunicare chiaramente la direzione e le problematiche dell'organizzazione, assicurandosi che i dipendenti sentano di poter esprimere liberamente preoccupazioni e feedback sugli aspetti che, a loro parere, possono essere migliorati.

*Thibaut Eissautier ha ormai lasciato la sua posizione di CPO di Diageo.